ARCILESBICA (TOFFOLO) REGIONE VENETO CAPOFILA NELLA DIFFUSIONE DELL’0MOFOBIA

Ieri la Regione Veneto ha approvato ieri la mozione 13 dal titolo "La
scuola non introduca ideologie destabilizzanti e pericolose per lo
sviluppo degli studenti quali l'ideologia Gender", che si affianca
all'istituzione nelle scuole della "Festa della famiglia naturale", di
matrice eterosessista e discriminatoria verso tutte le forme famigliari.


È quanto mai fantasioso che una Regione approvi un documento per
chiedere alle Scuole svolgere azioni che sono già di loro competenza. È
grottesco, invece, che vogliano impedire la diffusione di una teoria del
gender e la promozione della famiglia naturale. Le associazioni ed vari
ordini degli psicologi asseriscono che l'ideologia gender non ha valenza
scientifica, dunque è un'assurdità. 

Promuovere l'educazione all'affettività che possa abbracciare le sfere
della sessualità, dell'identità di genere e dell'orientamento sessuale
non è sinonimo di introduzione di ideologie destabilizzanti. Si offrono
alle e agli studenti, di ogni ordine e grado, come ai genitori e al
corpo docente, strumenti fondamentali per poter contrastare il sessismo,
l'omotransfobia, gli stereotipi di genere ed il pregiudizio per lo
sviluppo di una politica centrata sulla promozione della cultura delle
differenze 

La Regione Veneto dà nuovamente dimostrazione di essere
un'amministrazione discriminante e tendenziosa, oltre ad avere una
memoria corta. Pochi anni fa aveva approvato una mozione per la
prevenzione e la lotta ad ogni forma di discriminazione legata
all'orientamento sessuale e alla identità di genere. 

Elena Toffolo Segretaria nazionale ArciLesbica
Advertisements
By ArciLesbica Udine