CONGRESSO NAZIONALE ARCILESBICA CAGLIARI 27 – 29 MARZO 2015

Cosa significa essere lesbica qui e oggi? Come respingere le rappresentazioni vittimistiche, ma anche come problematizzare l’immagine banalizzante proposta dai media di relazioni e amori tra donne idilliaci? Come agire per l’uguaglianza senza perdere le differenze e cedere al conformismo?

Sono queste alcune delle riflessioni che saranno al centro del 7° Congresso nazionale di ArciLesbica la più importante rete nazionale italiana, nata nel 1996 e che alla soglia del suoi 20 anni di attività.

La rete di ArciLesbica è composta dai Circoli attivi a: Trento, Udine, Novara, Milano, Bergamo, Bologna, Ferrara, Firenze, Pisa, Padova, Verona, Treviso, Roma, Perugia, Bari, Napoli, e vi possono aderire le singole individue, collettivi, associazioni e tutti i tipi di enti che si riconoscano nel progetto politico e culturale che porta avanti,purché organizzati in forma autogestita e democratica, composti e diretti solo da donne.

Il bilancio dei tre anni di attività in esame,evidenzia che ArciLesbica è sempre più impegnata da una parte astringere alleanze e strutturare progetti con l’articolato movimento lgbt e dall’altra a lavorare con le istituzioni nazionali e locali a iniziative contro le discriminazioni. In particolare il contrasto a ogni forma di omofobia e lesbofobia, l’impegno a questo fine con progetti e attività anche in collaborazione con Unar e Miur, è per l’associazione un tema centrale che deve essere affrontato a livello politico e sociale anche rispetto all’attivismo omofobo dei partiti e associazioni della destra e del clericalismo reazionari, di cui i fenomeno delle Sentinelle in Piedi è una delle espressioni più evidenti.

ArciLesbica sostiene la battaglia per l’ottenimento del matrimonio egualitario e di una articolazione di istituti giuridici per le coppie conviventi, così come avviene nei Paesi più avanzati. E sul progetto di legge di cui è relatrice la senatrice Monica Cirinnà, a patto che non sia in alcun modo limitato, il giudizio è di positiva attenzione, un primo positivo passo, sebbene assolutamente non esaustivo, verso la parità dei diritti.

Il Congresso sarà l’occasione per le delegate provenienti da tutta Italia per disegnare le strategie politiche future dell’associazione, condividere esperienze emettere a punto iniziative come quelle dei gruppi giovanili o quella di SportivamenteLesbiche, la nuova realtà dell’associazione che hagià partecipato ad alcune iniziative nazionali e internazionali.

Durante il confronto della tre giorni cagliaritana, molta attenzione sarà riservata alla riflessione teorica, che con la seconda edizione Summer Shool Lesbica si articolerà nei prossimi mesi sulla ricerca della felicità nel mondo del capitale disumano.

Sono stati invitati a intervenire al Congresso nazionale, nella giornata inaugurale aperta a tutti e tutti: rappresentanti del Comune di Cagliari, Renato Soru, Eurodeputato PD, fondatore di Tiscali Media-partner del Congresso, Pia Brancadori, Circola del Cinema Cagliari, Francesca Chiavacci, Presidente Federazione ARCI, Manuela Claysett, Presidente Consiglio Nazionale UISP e responsabile nazionale politiche di genere,Alessandro Comeni, Presidente Onorario Certi Diritti e attivista intersex, Marco De Giorgi, Direttore UNAR, Carlo Dejana, presidente ARC glbt CagliariFiorenzo Gimelli, Presidente Nazionale Agedo, Sergio Lo Giudice, Senatore PD, Aurelio Mancuso, Presidente Equality ItaliaPorpora Marcasciano, Presidente Movimento Identità Trans, Flavio Romani, Presidente Nazionale ArcigayMaria Grazia Sangalli, Presidente Rete Lenford,Fabiana Secci, Direttivo Nazionale Famiglie Arcobaleno, Barbara Setti, Presidente MOS, Movimento Omosessuale SardoLuciano Uras, Senatore SeLFrancesca Vecchioni, Presidente Associazione Diversity.

PROGRAMMA DEL VII CONGRESSO NAZIONALE ARCILESBICA

presso la Sala Search Sede Espositiva dell’Archivio Storico di Cagliari, Largo Carlo Felice 2

Con  il Patrocinio del Comune di Cagliari e Tiscali Media Parter

venerdì 27 Marzo

ore 15.00 Apertura

Un ricordo di Lilia Mulas in parole e immagini

ore 15.30-15.45

Introduzione di Paola Brandolini, Presidente Nazionale di ArciLesbica

ore 15.50 –17.50

Saluti istituzionali di e degli ospiti

ore 18.30

Conclusione della giornata di lavori

ore 21.00 presso il Teatro Massimo, Via De Magistris 12

Der puff-frammenti cantati di corpi internati, spettacolo di Francesca Falchi con Francesca Falchi e Marta Proietti Orzella, direzione musicale Ennio Atzeni (8 euro, 6 euro tesserate ArciLesbica, ARC e MOS. I biglietti saranno acquistabili al momento della registrazione delle socie al Congresso)

Sabato 28 Marzo e domenica 29 Marzo

Svolgimento a porte chiuse dei lavori congressuali, discussione sul documento politico ed elezione degli organismi dirigenti e della presidenza.

Sabato 28 marzo

ore 22.00 presso Rainbow Disco, via Garigliano 8, Spettacolo comico civico, L’importanza di lavarsi presto. Katechesi di purificazione,a cura di Mikamale Teatro: un’irriverente e divertente amplificazione satirica delle anacronistiche posizioni di una conservatrice bigotta in merito a famiglia, genere e nuovi diritti.(realizzato in collaborazione con Associazione ARC. Ingresso gratuito).

A seguire live di Chiara Effe e festa di autofinanziamento di ARC

(Fonte: ArciLesbica Nazionale)

Advertisements
By ArciLesbica Udine