UN PLAUSO A HONSELL

“Un plauso ad Honsell, Sindaco di tutti ma proprio tutti i cittadini udinesi”

Ringraziamo il nostro Sindaco per il coraggio e il grande senso civico dimostrato trascrivendo il matrimonio tra due persone dello stesso sesso, senza fare marcia indietro di fronte ai numerosi atti di ostruzionismo giunti da più parti.

Non si tratta per noi solo di un importante gesto simbolico, ma bensì di un grande passo avanti che speriamo costringa il Parlamento ad adottare delle misure legislative adeguate al fine di garantire i diritti civili di tutti i cittadini. Trascrivere i matrimoni di coppie legalmente sposate all’estero, certificando quindi il dato di fatto che queste persone sono legalmente sposate in un altro paese, non può essere considerato illegale. Il fatto che il matrimonio tra persone dello stesso sesso in Italia non sia legalmente riconosciuto non può invalidare quanto riconosciuto in un altro Stato. L’Italia è l’unico paese dell’Unione Europea a non avere una legislazione in merito e non può continuare ad ignorare questo gap giuridico che rende molti cittadini italiani impossibilitati nel poter decidere pienamente della propria quotidianità.
Se l’Italia è realmente il paese civile quale si professa, in primis deve dimostrare civiltà verso tutti i suoi cittadini senza quindi creare distinzioni di alcun genere, garantendo la libertà di scelta anche a coloro che non si identificano con i precetti imposti dai rappresentanti della religione di uno Stato laico.
Come associazione che si occupa dei diritti delle donne lesbiche noi chiediamo che in Italia si legiferi finalmente per riconoscere il matrimonio tra le persone dello stesso sesso e siamo orgogliose che Udine attraverso l’atto compiuto dal Sindaco Honsell si sia distinta per la sua civiltà anche in questa occasione.
Un plauso quindi ad Honsell, Sindaco di tutti ma proprio tutti i cittadini udinesi.

Lisa Del Torre a nome del Direttivo di ArciLesbica Udine

Advertisements
By ArciLesbica Udine